Importante incontro al Quirinale con i familiari delle Vittime


Roma, 29/09/2015

Si è svolto un importante incontro fra Istituzioni e Vittime a Palazzo del Quirinale, al quale hanno partecipato il varesino Livio Moiana ( cugino di Tamara Monti, uccisa da un vicino perché i suoi cani abbaiavano troppo) e la peschierese Elisabetta Cipollone ( vicepresidente dell’Associazione Italia Vera e mamma di Andrea de Nando, ucciso mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali).

Entrambi messi di fronte ad un dolore e ad una rabbia impareggiabili per l’omicidio dei loro cari  hanno portato la loro voce e il loro grido di solitudine in nome di tutte le Vittime che si sentono abbandonate dallo Stato proprio nel momento in cui lo stesso dovrebbe esser loro accanto.

Solitudine avvertita da tanti che, alla fine, ha incredibilmente prodotto qualcosa di buono per tutti perché, perseverando nel chiedere risposte, Livio ed Elisabetta hanno ottenuto un primo, vero segnale concreto e sono stati invitati dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che proprio di quella solitudine si è voluto interessare.

Moiana e Cipollone spiegano che il progetto è quello di arrivare ad una proposta di legge che fornisca sostegno di vario tipo alle Vittime di reati violenti, o ai familiari di chi, a seguito di tali reati, ha perso la Vita.

Parliamo di una rete di contatti su scala nazionale, Vittime, familiari di Vittime , tutti abbandonati dalle Istituzioni– continuano-, tutti nella stessa situazione. Di fronte ad un fatto così devastante non c’è’ stato per alcuno supporto psicologico, legale, informativo o economico.

E’ un’anomalia tutta italiana – proseguono – poiché negli altri paesi europei tutto ciò esiste ed arriva senza che nessuno debba neanche chiedere!

L’incontro svoltosi al Quirinale è stata la prima risposta concretamente ricevuta fino ad oggi. Infatti Moiana e Cipollone hanno incontrato il Dr. Montedoro, consigliere giuridico del Presidente della Repubblica e il Dr. Tufarelli, funzionario dello Stato su disposizione dello stesso Presidente della Repubblica Mattarella.

Per la prima volta ci siamo sentiti ascoltati – spiegano entrambi – e l’interesse era bilaterale.

Ora l’intento è quello di individuare un giurista che possa collaborare alla predisposizione di una bozza di legge da presentare in Parlamento.

Si vuole redigere una proposta di legge collettiva, non presentata da un’associazione sola o da una singola compagine politica. Cipollone e Moiana affermano una cosa di straordinaria importanza : ” tutti noi faremo un passo indietro in nome di una causa superiore per supplire ad un vuoto che fa male, senza alcun personalismo”.

Nascerà quindi una super squadra ove tutti saranno sullo stesso piano, tutti autori di un cambiamento uniti per firmare questa proposta di legge, in prima linea affinché altri possano avere il supporto a loro negato.

Published by

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...