Omicidio stradale è reato


Il 2 marzo l’ultima votazione per l’introduzione del reato di omicidio stradale. Votazione alla quale il Governo ha posto la fiducia per evitare “giochetti” che servivano in primis a non dare una vittoria a Renzi. Di fatto oggi finalmente l’omicidio stradale è un reato a sè. E questo contribuirà a modificare l’approccio alla guida. Perché non saranno più incidenti, ma reati. Non saranno più incidenti, ma omicidi.
Quando abbiamo cominciato a lottare, a batterci per l’introduzione del reato, già altri lo avevano fatto prima di noi, ma il cambiamento culturale non era che un lumino lontano. Oggi è un faro. Perché alla fine è di questo che abbiamo bisogno.

Le leggi, una volta approvate si possono migliorare. Non abbiamo vinto la guerra che fa migliaia di Vittime innocenti ogni anno, ma una battaglia importante l’abbiamo vinta!

A tutti coloro che nei Palazzi o fuori dai Palazzi restano contrari diciamo questo: Comportatevi bene alla guida, non drogatevi e non ubriacatevi, non andate ad alta velocità e rispettate le regole e nessuno mai, nessun giudice potrà mai incolparvi di omicidio stradale! Ma soprattutto non avrete mai sulla coscienza la morte di una persona o l’invalidità di un’altra.

La strada da fare è ancora lunga, ma ci sentiamo di essere fiere e contente di questo primo risultato concreto e importante. Fiere di tutto ciò che è stato fatto, da tutti quanti, senza mai cedere , nonostante il dolore lancinante della perdita improvvisa di chi ami.

Barbara Benedettelli ed Elisabetta Cipollone (mamma di Andrea de Nando, ucciso nel 2011 mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali)

Published by

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...